PA e territori

Le vicende della Roma-Lido, della Roma-Civitacastellana-Viterbo, della Roma-Fiuggi hanno una unica matrice: la Pubblica Amministrazione. Non a caso una recente indagine della CGIA ci conferma che gran parte dell'Italia risulta agli ultimi posti di una classifica europea sulla qualità della PA a livello territoriale. In particolare risulta molto male il Lazio al 184-esimo posto su 206 territori esaminati.

Mafia Capitale sembra trasparire in filigrana.

La mia domanda è: se regioni centrali di uno Stato europeo non sono all'altezza di offrire servizi dignitosi ed efficienti ai propri cittadini come possiamo sperare di riuscire a mitigare o contrastare i cambiamenti climatici dove i modelli di mobilità sostenibile (su ferro) sostenuti dalle PA sono determinanti nel ridurre le emissioni di CO2 e dove al contrario il trasporto privato e pubblico su gomma incide pesantemente sul contributo antropico all'effetto serra?

 La patria di Leonardo da Vinci non sa stare al passo con la media Europea ma l'ultima risposta resta sempre ai cittadini. Oltre che riempire pagine di eroismo, altruismo e grande ingegno, dovremmo saper scrivere anche pagine di ordinaria e "buona" amministrazione.

Sul Blog1 una emblematica esperienza

Vedasi sulle news la lettera reclamo di uno studente sulla Roma-Pescara e PA territoriali a confronto


Scrivi commento

Commenti: 0