Hyperloop

Visto il vivo e prevedibile interesse su questo progetto  dimostrato dalla classe politica italiana con l'unica eccezione sembra del M5S, è facile immaginare che la prima sperimentazione italiana avverrà nel tratto Roma-Pescara, già afflitto da storiche lentezze ferroviarie, magari sfruttando l'Autostrada, oppure verrà proposta sull'asse longitudinale dello stivale collegando il nord con il sud, ma in questo caso l'AV esistente dovrà essere dismessa così come a Roma è avvenuto fra la metro C e il trenino della Casilina che considerato un inutile doppione è stato chiuso nel tratto in comune.

C'è poi da chiedersi che rapporto avremo fra l'AV e questo pseudotreno che realizza velocità del suono. L'AV avrà con Hyperloop lo stesso rapporto che attualmente hanno le ferrovie regionali con l'AV? E il trasporto merci? Quest'ultimo avrà sempre il sostegno degli intramontabili TIR alla faccia del treno green alimentato da fonti di energia rinnovabile.

C'è anche da chiedersi che cosa ne sarà del piacere di un viaggio, vedere scorrere il paesaggio da un finestrino ... il fischio di un treno ... ma lui, Hyperloop, avrà la velocità di quel fischio ... infischiandosene.

Scrivi commento

Commenti: 0