Lettera aperta a Trenitalia (una proposta di Famiglie senz'Auto e TsA)

 

Gent.mi,

 

ci presentiamo. Siamo il "Gruppo Famiglie senz'Auto, famiglie che dal Sud al Nord Italia, per motivazioni etiche ed ecologiche, non hanno un’auto di proprietà o ne condividono l’uso, privilegiando mezzi di trasporto sostenibili: piedi, bici, mezzi pubblici, carsharing.

 

Abbiamo scritto una lettera aperta al ministro Costa e Toninelli (pubblicata in vari quotidiani nazionali) e presto avremo un incontro con alcuni parlamentari della Commissione Trasporti.

 

Vogliamo condividere nella società nuovi valori, nuove sensibilità e stili di vita decisamente più sostenibili.
Auspichiamo in primo luogo un maggiore sviluppo del Trasporto pubblico, soprattutto ferroviario.

 

Vi presentiamo quindi i nostri progetti e le nostre proposte, sperando di incontrare il vostro interesse:

 
1- in Italia, attualmente, per una famiglia con due o più figli, è più economico viaggiare in auto che in treno. In Germania, Svizzera, Olanda i bambini fino 15 anni, se accompagnati, non pagano. Con la petizione Bimbi gratis nei treni e mezzi pubblici: (bit.do/bimbi) abbiamo raccolto più di 10 000 firme per chiedere a Trenitalia e alle regioni di rendere tutti i treni (regionali, Ic, frecce) gratuiti per i ragazzi sotto i 15 anni.

 
2- Il nostro progetto di Turismo e ristoranti senza Auto (riassunto nella sigla TsA), vuole sensibilizzare e incentivare l’alternativa all'auto, anche in occasione turistica.
Turisti,
Trenitalia, aziende di trasporto pubblico, strutture ricettive o di ristorazione, associazioni turistiche, province e regioni, sono coinvolte in un circolo attrattivo e virtuoso. L'offerta di uno standard di servizi come l'accessibilità a sistemi integrati di trasporto pubblico con carte turistiche è parte del progetto.

 

TsA si propone con una propria identità, un proprio logo, un sito https://turismosenzauto.jimdo.com/ con associate pagine e gruppo Fb in riferimento ad un target sostenuto da crescenti sensibilità ambientali e che potrà avere importanti sviluppi se opportunamente incentivato. Alcuni ristoranti e strutture ricettive già prevedono sconti e agevolazioni ai turisti che arrivano a destinazione senz’auto. Chiediamo anche a Trenitalia di prevedere sconti, che potranno essere offerti (con opportuni codici) agli associati di Turismo senz’auto. Questo progetto potrebbe svilupparsi con una tessera associativa la quale aggiungerà una maggiore visibilità e attrattiva alla proposta.

 

Ci auguriamo che riteniate opportuna e utile una forma di collaborazione che potrà essere ulteriormente e opportunamente sviluppata.

 

Turismo senz’auto e Famiglie senz‘auto

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0